• Pubblicata il:
  • Autore: Elena
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Elena
  • Categoria: Racconti orge

Vergogna

oggi ho fatto una cosa di cui mi vergogno profondamente, sto ancora piangendo ma credo che poi passerà e non dirò niente a nessuno, io sono sposata con marco, suo padre ha un piccolo podere sulla collina vicino a casa ed io oggi avendo il pomeriggio libero decisi di recarmi nel podere che lui coltiva assiduamente tutti i giorni, lui, il suocero è in pensione, è un'uomo molto attivo e giovanile, oggi entrando nel capannone dove c'è il fieno e dove tiene le chianvi della cantina sento dei rumori e sento qualcuno parlare sottovoce, io mi avvicino senza far rumore per scorgere chi c'è, pensavo ad un ladro, avevo preso anche un bastone per difendermi, poi dietro ad alcuni ceppi di legno ho visto mio suocero che si stava scopando una donna guardo meglio e riconosco che la donna non è mia suocera ma bensì una signorina del paese, rimasi scioccata, lui 55 anni lei 23, subito mi ha fatto schifo, incuriosita ma sopratutto infuriata rimasi nascosta a guardare e pensavo come faceva a cornificare mia suocera, secondo me è ancora una bella donna, 48 anni quinta di seno e sopratutto con un seno sodo molto longilinea e di bella presenza, e poi tra donne è successo che ci abbiamo fatto delle confidenze, lei diceva che suo marito la faceva ancora impazzire a letto e che sperava vivamente che suo figlio fosse come suo padre nei miei confronti, poi al mare nelle docce l'ho vista nuda, ed io che un paio di volte ho fatto lesbo con una mia amica rimasi anche eccitata a vederla nuda, che passerina aveva, guardando ancora, vidi poi quello che mi aveva fatto capire mia suocera, mio suocero aveva un cazzo come quello di un mulo, non credevo fosse vero, direi almeno 30 cm, ma era impressionante la sua grossezza, guardo ancora e vidi anche mia suocera, capii che erano due porchi, ma ad un tratto mi videro e subito sono corsi verso me, io ancora stravolta e non rendendomi conto pensavo volessero picchiarmi per aver sbirciato ma invece in un'attimo mi sono trovata con i pantaloni abbassati, mia suocera e l'altra mi tenevano ferma su una balla di paglia e mio suocero con il suo mostruoso cazzo era pronto a violentarmi, io urlavo e urlavo ma niente, quando sono riusciti a togliermi i pantaloni e a strapparmi le mutandine mio suocero inizio a penetrarmi, rimasi ferma, il cazzo non entrava, mia suocera iniziò a leccarmi la fica, penso per almeno 5 minuti, ed io ferma, poi mio suocero cominciò a penetrarmi ancora e adesso il suo membro passava, a fatica ma passava, dopo quasi tre ore di leccate e di scopate e per ultima un'inculata bestiale di cui porterò le conseguenze per qualche giorno mi lasciarono andare, camminavo a fatica, non vi dico il male che ho ancora adesso nel culo, posso mdire solo una cosa, adesso io piango ancora,ma solo perchè tradisco mio marito, dopo questa esperienza voglio ancora il cazzo di mio suocero, in quelle tre ore mi ha fatto venire tre volte, due dalla fica e una nel culo, ci ha messo credo quasi un'ora a infilarmelo nell'ano, forse per non farmi male, comunque mia suocera aveva nragione, mio suocero la faceva impazzire , e quando diceva che a volte durava anche tre ore non raccontava frottole

Vota la storia:




27/06/2006 17:33

marco

bel racconto.piacevole. penso che tutti abbiano il diritto di scrivere ciò che vogliono.come pure di non leggerlo e passare avanti. e senza offendere. brava elena.

27/02/2006 14:56

zico

finchè raccontano cazzate passi, finchè scrivono come degli asini , passi ancora ma chi crede a 'ste stronzate e' proprio imbecille ! E non mi fa nemmeno pena! Dovrebbe morire !

26/06/2005 12:10

antonio

bella storia. io pero' duro anche 4 ore.ciao

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!